Necrologi

06/03/2017
Apprendiamo soltanto ora che il 10 Gennaio u.s. è mancato l’amico Riccardo Troni (maturità 1957)
Condoglianze alla famiglia da parte del Consiglio di Presidenza.

30/10/2016
L’amico Francesco Aragno ci comunica che è mancato il Prof Virgilio Benedetto (maturità 1945) che lo scorso anno era stato da noi festeggiato con una pergamena come exallievo emerito
Condoglianze alla famiglia da parte del Consiglio di Presidenza

23/08/2016
Apprendiamo dall’amico Giovanni Rapelli che è mancato Angelo Prato, ex Sindaco di Nichelino e suo compagno di maturità nel 1947.
Condoglianze alla famiglia da parte del Consiglio di Presidenza

04/04/2016
Apprendiamo dall’amico Raimondo Beltramo (maturità 1972)che lo scorso 7 marzo è mancato il compagno Ugo Saini.
Condoglianze alla famiglia da parte del Consiglio di Presidenza

18/03/2016
L’amico Giuseppe Olivero (maturità 1959) ci segnala che lo scorso 8 marzo è mancato l’ex compagno Giampaolo Ferraris (ginecologo al Sant’Anna)
Condoglianze alla famiglia da parte del Consiglio di Presidenza

11/02/2016
L’amico Giovanni Rapelli (maturità 1947) ci informa che ieri è mancato il compagno Gregorio Gandiglio che era medico a Torino
Condoglianze alla famiglia da parte del Consiglio di Presidenza

02/02/2016
Apprendiamo da La Stampa che ieri 1/2/16 è mancato Giuseppe Monge, maturità 1955
Condoglianze alla famiglia da parte del Consiglio di Presidenza

21/01/2016
L’amico Raimondo Beltramo (maturità 1972) ci informa che lo scorso 19 giugno è mancato il compagno Sergio Sarritzu
Ha avuto adesso la notizia dal fratello Franco Sarritzu (maturità 1966)
Condoglianze alla famiglia da parte del Consiglio di Presidenza

08/01/2016
L’amico Stefano De Gennaro ci segnala che il primo di gennaio è mancato il suo compagno Giuseppe Ferraro (Maturità 66). Lascia la moglie Simona e le figlia Carlotta.
Condoglianze alla famiglia da parte del Consiglio di Presidenza

11/11/2015
Ci informano che è mancata Anna Lisa De Biase (Maturità 95 sc. C).
Lascia il marito e la figlia, Federica
Condoglianze alla famiglia da parte del Consiglio di Presidenza.

05/10/2015
Apprendiamo che nei giorni scorsi è mancato l’Avv. Prof. Marco Sertorio maturità 1958.
Condoglianze alla famiglia da parte del Consiglio di Presidenza

29/09/2015
Apprendiamo da La Stampa del 25/9 che è mancato l’Ing Mario Favero, ex Dirigente Amministrazione Provinciale Torino, maturità 55.
Mario aveva festeggiato con noi in occasione del convegno di Maggio i 60 anni di maturità.
Condoglianze alla famiglia da parte del Consiglio di Presidenza.

14/03/2015
nel rifare il giro dei contatti del mio anno di maturità, mi è stato comunicato che lo scorso 3 marzo è morto in un incidente stradale Andrea Piatto (95sc), lasciando moglie e tre gemelline di 30 mesi:
Credo sia un bel gesto ricordarlo nella Messa di maggio.
Buona domenica
Andrea Merli maturità 1995

04/03/2015
Il 27 febbraio ho trovato in segreteria telefonica un messaggio della signora Augusta Borghi, che, avendo ultimamente recuperato tra le carte il mio recapito telefonico, mi annunciava la scomparsa del marito Giovanni Tosana, nostro compagno di liceo a Valsalice.
Abbiamo poi avuto qualche difficoltà a sentirci direttamente, ma stasera Augusta mi ha chiamato e mi ha messo a parte del doloroso percorso che ha portato Giovanni alla fine.
Giovanni, dopo la fine della sua attività di ispettore liquidatore di società assicurativa (svolta prevalentemente a Padova), si era ritirato con la moglie nella casa paterna di Capo di Ponte (BS).
A Padova era rimasto il figlio, che gli ha regalato due nipotini, femmina e maschio, che ora hanno rispettivamente 13 e 10 anni.
Secondo quanto mi ha detto Augusta, il male, un cancro al polmone destro, si era manifestato la prima volta 12 anni fa ed era stato affrontato in tempi successivi con due operazioni, 3 cicli di chemio e 30 sedute di radioterapia.
Poi per 6-7 anni Giovanni era stato benino fino all’anno scorso, quando il cancro si era sviluppato di nuovo con metastasi alle ossa.
Negli ultimi mesi Giovanni, che soffriva anche di diabete, per poter essere curato adeguatamente si era dovuto trasferire in una casa di riposo, che fortunatamente era a poche centinaia di metri da casa sua e consentiva quindi alla moglie un’assistenza quasi continua. Un’assistenza che certamente nell’affrontare l’ultimo doloroso periodo gli ha dato tutto l’amorevole conforto e il possibile sollievo, a coronamento di una vita insieme che aveva toccato due anni fa il traguardo delle nozze d’oro.
Abbiamo detto tante volte a don Bosco “… implora da Dio per noi una buona morte affinché possiamo raggiungerti in paradiso” e credo che le nostre preghiere non siano state vane.
Giovanni ha chiuso serenamente in piena lucidità la sua esistenza terrena il 12/11/2014 e adesso è lui che garantisce alla sua famiglia la misteriosa assistenza che s’irradia per le vie del Signore.
Interpretando i sentimenti anche di tutti voi, ho espresso ad Augusta la mia partecipazione al suo lutto ed alla preghiera di suffragio.
Un abbraccio.

Giuseppe Olivero maturità 1959

29/01/2015
Vi comunico che oggi alle 15,30 è mancato Astegiano Pierangelo nostro compagno del liceo sezione A Maturità 1953.
La sepoltura sarà sabato mattina, giorno di San Giovanni Bosco a Settimo Torinese.
Chiedo a chi lo conosceva di ricordarlo con una preghiera.
Francesco Aragno

05/01/2015
Carissimi
il 2 Gennaio è mancato l’exallievo Luigi Bessone, maturità 1959 Classico sezione A, riportiamo quanto ci hanno scritto 2 suoi excompaggni
Cari amici,

Ho ricevuto dalla moglie Maria Giovanna il triste messaggio, che vi ho ripetuto in oggetto.
Luigi Bessone ha chiuso il 2 gennaio la sua esistenza terrena: era sofferente da tempo e le cure amorevoli di Maria Giovanna hanno potuto lenire le sue sofferenze fisiche e morali, ma non sovvertire una diagnosi infausta.
Chi era al raduno degli ex-allievi del 5 ottobre scorso non dimenticherà il gesto veramente delicato di Maria Giovanna, che nell’occasione volle rendere Luigi in qualche modo presente tra noi convenuti al raduno, partecipando almeno alla messa e affidandolo al nostro ricordo e alle nostre preghiere.
Del periodo di Valsalice ricordiamo tutti il suo brillante curriculum di studio e la sua predisposizione particolare alle materie letterarie (se non ricordo male, fu lui che in liceo prese una volta 10 per una versione di latino), ma ricordiamo anche il suo fare tra il burbero e il cordiale e la sintonia speciale con una più ristretta cerchia di amici. E come dimenticare nel periodo del ginnasio la sua determinante partecipazione alle gesta serali della “Folgore”, quando nella luce irregolare del cortile alberato il calcio acquistava bagliori epici sovvertendo le più consolidate classifiche dei valori sportivi.
Luigi era stato poi per tanti anni professore ordinario di Storia Romana all’Università di Padova e, giunto alla pensione, era rientrato proprio quest’anno a Torino, essendo già seriamente infermo. Non ha avuto modo di godersi il rientro e la meritata pensione.
Io avevo avuto occasione d’incontrare lui e Maria Giovanna alcune volte a Sanremo (avendo modo anche di apprezzare la loro ospitalità e la perizia culinaria di Maria Giovanna) e ci eravamo sentiti poi di tanto in tanto.
Ultimamente sotto Natale Maria Giovanna non ci aveva fatto presagire niente di particolarmente positivo, ma non pensavo che la fine potesse arrivare così presto.
Stasera è stato recitato il S. Rosario nella parrocchia dei Santi Angeli Custodi, dove domattina alle 10,30 sarà dato a Luigi l’ultimo saluto.
Testimoniamo a Maria Giovanna la nostra vicinanza e, ricordando l’amico che ci ha preceduti, lo raccomandiamo alla misericordia del Signore con l’intercessione particolare di don Bosco.
Un abbraccio a tutti.
Giuseppe Olivero

Quando in ottobre ci incontrammo a Valsalice e in quell’occasione conobbi Maria Giovanna, pareva che il tempo residuo fosse molto più lungo, tanto da lasciarmi una vaga – un po’ inconscia – speranza di capitare a Torino prima e poterlo trovare di persona. Peccato.
> … anche il suo fare tra il burbero e il cordiale …
Nel mio ricordo, richiamava qualche atteggiamento di don Gentile, che non abbiamo avuto tra gli insegnanti, ma che aveva una certa popolarità anche fra noi.
Un abbraccio forte a Maria Giovanna.
E un grazie a Giuseppe Olivero per le parole non di circostanza, ma efficaci, che anche questa volta ha saputo trovare.
Ranieri Clerici